Direzione regionale Umbria

Comunicato stampa - Non solo controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Bilancio dei servizi erogati nel 2013 in Umbria

Sono 183.910 i servizi forniti ai contribuenti umbri nel corso del 2013 dall’Agenzia delle Entrate. Servizi che vanno dall’attribuzione del codice fiscale e della partita Iva, alla compilazione e invio della dichiarazione dei redditi, alla registrazione dei contratti di locazione sino all’assistenza in materia di agevolazioni fiscali, per fare qualche esempio.

Qualche dettaglio – Il servizio più richiesto presso gli Uffici territoriali umbri è stata la registrazione di atti privati (come i contratti di locazione o i preliminari di vendita): 41.378 operazioni. Ma anche l’assistenza per comunicazioni e preavvisi relativi a dichiarazioni dei redditi irregolari o inesatte si attesta sulla cifra di 25.940 servizi erogati. Per non parlare delle 18.258 pratiche lavorate per il rilascio del codice fiscale o della tessera sanitaria. 5.480 cittadini sono stati aiutati, invece, nella compilazione e trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi e 2.012 pratiche sono state lavorate per il rilascio della partita Iva. Una quota importante delle attività svolte dagli operatori agli sportelli – quasi il 30% – riguarda poi l’attività di “Assistenza ed informazione”, finalizzata a sostenere e guidare i cittadini nel corretto adempimento agli obblighi tributari, rendendoli meno gravosi.

I servizi online – Si fa strada tra i contribuenti anche l’uso del canale telematico. Il 2013, infatti, ha visto richiedere 5.365 abilitazioni ai servizi on line dell’Agenzia delle Entrate.
Particolarmente interessante, ad esempio, il dato sulla registrazione dei contratti di locazione. A fronte dei quasi 30mila atti registrati nel 2013, ben 6.759 sono passati per il web, il che vuol dire che quasi il 23% del totale è avvenuto senza code agli sportelli e spostamenti dalla propria abitazione per gli interessati. Negli anni precedenti la percentuale si era attestata attorno al 17% per il 2012 e al 12% per il 2011.
Buoni risultati sono stati raggiunti anche da Civis, il servizio via web che consente a intermediari e contribuenti di ottenere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità entro 2 giorni lavorativi telematicamente. Nel 2013, infatti, gli Uffici umbri dell’Agenzia delle Entrate hanno lavorato complessivamente 9.444 richieste pervenute tramite Civis, anche grazie ai protocolli d’intesa stipulati negli ultimi anni con le categorie professionali e le associazioni presenti sul territorio regionale.

I rimborsi a famiglie e imprese – Significative le cifre anche sul fronte dei rimborsi, soprattutto nell’attuale contingenza economica. L’attività di lavorazione e liquidazione delle istanze presentate dai contribuenti umbri ha consentito, infatti, l’erogazione di circa 28mila rimborsi (tra Irpef, Ires, Iva ed altre imposte “minori”, quali imposta di registro e tasse di concessione governativa), con conseguente restituzione di quasi 120 milioni di euro, che sono così tornati nel circuito economico regionale. Di questi, oltre 98 milioni di euro sono stati destinati ai rimborsi Iva, ripartiti tra 1.447 professionisti e imprese. I rimborsi Irpef alle persone fisiche sono stati destinati invece a oltre 23mila contribuenti, per un totale di 15,1 milioni di euro.

Perugia, 8 agosto 2014

File pdfIl Comunicato in versione stampabile (230.63 KB)