Direzione regionale Umbria

Comunicato Stampa - 5 per mille 2012, online gli elenchi regionali degli ammessi e degli esclusi

Sono disponibili gli elenchi del 5 per mille 2012 per l’Umbria, con i dati completi relativi sia al numero delle scelte espresse dai contribuenti sia agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio, con le informazioni su Province e Comuni. I nuovi elenchi sono consultabili online all’indirizzo http://umbria.agenziaentrate.it , nella sezione Documentazione - 5 per mille 2012.

L’identikit geografico del 5 per mille - Più trasparenza nelle scelte espresse e nei relativi importi. È la motivazione che ha guidato l’attuale restyling degli elenchi del 5 per mille nel nuovo formato “regionale”, che esordisce in coincidenza con la pubblicazione degli importi e delle scelte relative al 2012. Gli elenchi degli ammessi e degli esclusi, in aggiunta ai dati consueti – codice fiscale, denominazione, numero di scelte e importi - sono corredati con le informazioni sulla Provincia e sul Comune in cui ha sede l’ente, fissando un’istantanea geografica sui flussi del 5 per mille.

Il cinque per mille sotto il Campanile – Dall’analisi delle preferenze espresse dai contribuenti e degli importi attribuiti alle organizzazioni che hanno chiesto di accedere a tale beneficio, emerge in linea generale che nella realtà umbra le scelte sono state dirottate prevalentemente verso Onlus e volontariato. Numerose sono le associazioni di volontariato, minore il numero delle Onlus. Poche, solo 16, quelle che riescono a raccogliere un numero di preferenze superiore alle mille unità.
Fra queste si distinguono le associazioni che si occupano di lotta al cancro e assistenza a malati, anziani e disagiati, oltre quelle di natura religiosa. Fra le associazioni per la lotta contro particolari malattie spicca l’associazione umbra per la lotta contro il Cancro, con 4700 preferenze e 95.973,86 euro raccolti, e il “Comitato per la vita Daniele Chianelli” con 9178 preferenze e 173.957, 23 euro raccolti, entrambe con sede a Perugia.
A Terni con 3287 preferenze e 82.160,07 euro raccolti spicca la fondazione “Aiutiamoli a vivere”.
Fra le associazioni religiose particolare rilevanza per numero di preferenze ed importi hanno l’associazione “Madre speranza”, la fondazione “Santa Rita da Cascia Onlus”, la fondazione per la Basilica di San Francesco in Assisi nonché la congregazione degli Apostoli di Dio di Fra Elia, che insieme raccolgono circa 140.000,00 euro.
Per quanto riguarda le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni, quella che ha raccolto maggiori preferenze (299) è l’A.D. “Foligno rugby” per un importo di 5.611,61 euro su un totale di scelte espresse corrispondenti a 71.812,59 euro, distribuito fra 77 associazioni.
Tra i comuni l’importo più rilevante è stato assegnato al Comune di Perugia che ha raccolto 965 preferenze su 7656 espresse e la somma di 24.938,63 euro su 144.870,95 euro totali.
Fra gli enti di ricerca e le Università, emerge l’Università di Perugia con 760 scelte e l’associazione Umbra per la lotta contro il cancro Onlus con 447, a cui vanno complessivamente 41.384,08 euro rispetto a un importo totale di 48.308,67.

Perugia, 30 aprile 2014

File pdfIl comunicato in versione pdf (57.38 KB)